Tu sei qui

Modalità di raccolta

CARTA E CARTONE

COSA DEPOSITARE:

La carta/cartone: carta, cartone ripiegato, scatole e scatoloni ripiegati, riviste, giornali, libri vecchi, quaderni, fotocopie, elenchi telefonici o cataloghi pubblicitari, buste e astucci di carta e cartone, cartoncino, sacchetti di carta, contenitori poliaccoppiati e tetrapack purché ripuliti e senza tappo.

Non conferire: carta sporca o unta, carta oleata da cucina, carta o cartoni bagnati, bicchieri o piatti di carta.

MULTIMATERIALE

COSA DEPOSITARE:

Il Multimateriale: bottiglie per liquidi, contenitori in plastica, confezioni rigide per alimenti (scatole trasparenti/vassoi interni, buste e sacchetti di cellophan, vaschette portauova, reti per frutta e verdura, pellicole, barattoli e tubetti per alimenti, cassette per prodotti ortofrutticoli, flaconi di detersivi e saponi, lattine per bevande, scatolette per carne e pesce, pentole e caffettiere in alluminio, pellicole trasparenti, piatti e bicchieri, grucce non marchiate.

Nei Comuni dive è prevista la raccolta del Multimateriale Pesante sono da includere anche gli imballaggi in vetro quali: bottiglie, bicchieri, vasi in vetro, vasetti alimentari in vetro purché ripuliti e senza tappo metallico.

Non conferire: Giocattoli,  secchielli, ciabatte,  canotti, palloni, occhiali,  biro, pennarelli,  borracce, attrezzi vari, quando sono rotti o non servono più, non vanno mai abbandonati dove capita, ma messi nel rifiuto indifferenziato.

Se presso il tuo Comune non è operativa la raccolta con il metodo "porta a porta" deposita i sacchetti negli appositi cassonetti.

IMBALLAGGI IN VETRO

COSA DEPOSITARE:

Il vetro (nei Comuni dove è attiva la raccolta come monomateriale): bottiglie, bicchieri, vasi in vetro, vasetti alimentari in vetro purché ripuliti e senza tappo metallico.

Non conferire: cristallo, oggetti in porcellana o in ceramica, vetro di infissi, parabrezza auto, vetro retinato, vetro camera, lampadine e lampade  al neon.

RIFIUTI ORGANICI

COSA DEPOSITARE:

La frazione organica (scarti alimentari, tovaglioli di carta, verdure, bucce e frutta, fondi di caffè, thè, scarti di giardino, fogliame, fiori e piante, ecc.) dovrà essere conferita in sacchetti biodegradabili e/o compostabili.

Per riconoscere se i sacchetti sono idonei:

bisogna far riferimento alla dicitura di conformità alle norme UNI EN 13432:2002 e cercare sul sacchetto la frase “Sacco Biodegradabile e Compostabile Conforme alla Norma UNI EN 13432:2002 Sacco Utilizzabile per la raccolta dei rifiuti organici che di solito viene riportata lateralmente nella zona frontale

Una seconda possibilità è quella di cercare sul sacchetto i marchi che attestano la certificazione della biodegradabilità e dalla compostabilità, come ad esempio ”OK Compost”, “Compostable” e “Compostabile CIC”.