Tu sei qui

A proposito dei licenziamenti, lettera aperta dell'Amministratore Delegato al Sindaco del Comune di Gioiosa Jonica

Egregio Sig. Sindaco,

dopo la Sua presa di posizione resa pubblica attraverso la stampa in merito ai licenziamenti in oggetto, sento il dovere di chiarirLe alcuni semplici passaggi della vicenda che, evidentemente, Le sfuggono. Gli 8 dipendenti della Locride Ambiente S.p.A. che sono stati licenziati il 5 ottobre scorso alla conclusione dell’iter della procedura di mobilità, erano, dome dovrebbe esserLe noto, tutti addetti al servizio di raccolta RSU ed RD presso il Comune di Gioiosa Jonica quando tale servizio era affidato alla Locride medesima. Detto servizio è stato successivamente affidato, dopo esperimento di gara, alla società Zetaemme s.a.s. che lo ha assunto dall’11 gennaio 2010. Come Lei certamente sa, sia il contratto collettivo nazionale, sia il capitolato speciale d’appalto che lo stesso Comune ha predisposto prima della gara e la Zetaemme ha sottoscritto ed accettato prima di partecipare alla gara stessa, prevedevano che, in caso di subentro di nuova società alla precedente, il personale addetto al servizio transitasse, automaticamente e per il solo effetto dell’avvenuto subentro, dalla vecchia affidataria del servizio alla nuova. È alquanto strano che questo elementare dato di fatto, incontestabile, le sfugga ancora oggi, allorché continua ad imputare alla Locride Ambiente s.p.a. l’avvenuto licenziamento degli operai e nulla dice sul fatto che la Zetaemme s.a.s. non abbia inteso assumerli così come si era impegnata a fare partecipando alla gara e così come prevede il contratto collettivo nazionale di lavoro.

Né ci dice quali sanzioni il Suo Comune abbia preso o intenda prendere nei confronti della Zetaemme, che, con il suo comportamento, è venuta meno ad uno dei fondamentali obblighi contrattuali. Capisco l’interesse a perorare la causa degli operai licenziati (causa che sta a cuore alla Locride almeno quanto a Lei) ma non capisco il fatto che Lei si rivolga sempre e soltanto al soggetto sbagliato, ossia alla nostra società. E quando dico “nostra” intendo anche Sua visto che il Suo Comune ne è socio e conosce bene tutti i delicati passaggi della vicenda in esame. In ogni caso, visto che la vicenda sta a cuore sia alla Locride che al Suo Comune, la nostra Società, ancora una volta, si dichiara disponibile a mantenere in servizio i dipendenti licenziati purché il Comune di Gioiosa Jonica rescinda il contratto in danno della Zetaemme, per la inadempienza sopra evidenziata e, in attesa della nuova gara, ripristini l’affidamento precedente con la Locride.

Distinti saluti